Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Gli slogan elettorali di Giovanni Battista

di Domenico Pizzuti sj

Nel Vangelo della 2a domenica dopo Natale, nella testimonianza di Giovanni Battista sono rimasto colpito da queste affermazioni: "Colui che viene dopo di me, è avanti a me, perché era prima di me" (Gv 1,15). Queste parole non valgono solo per la testimonianza profetica di Giovanni il Battista, ma anche oggi che vengono proclamate per dare la preminenza, non scontata, nella vita religiosa dei credenti al mistero del Verbo incarnato.
Traduco questa testimonianza con un riferimento che mi è venuto in mente, al monogramma che campeggia per esempio nel timpano della Chiesa del Gesù Nuovo di Napoli - se solo si sollevano gli occhi in alto. “JHS”, Gesù Salvatore degli uomini, che proclama questa preminenza salvifica da vivere al di là di tutte le pratiche religiose che si svolgono nell’ampia magnifica chiesa: Celebrazioni di Messe, amministrazione del sacramento della riconciliazione, culto di San Giuseppe Moscati e di altri santi, frotte di turisti per ammirar…

Ultimi post

Secolarizzata o devota. L'Europa nelle modernità multiple

Non più cristiani

'Ndrangheta in Val d'Aosta

Turbopopulismo. Un libro di Revelli e Telese

Quei j'accuse a Conte da chi vengono?

Napoli, soloni e sardine

Io sarò con le Sardine di Napoli

Modelli criminali di ieri e di oggi. Un libro eloquente

Il mondo di Ruini

Libri: Mafie tra Sicilia ed America

Sui Rom il rischio dell'impotenza - NapoliMonitor

Donne in Amazzonia

Qual è la religione della Lega. Un saggio di Spini

L'ora delle donne?

Sposati

Ius Culturae ripartito. Napoli lo sostiene?