Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Una chiesa contro la violenza sulle donne

di Domenico Pizzuti Oggi 25 novembre si celebra la giornata internazionale sulla violenza alle donne, per richiamare l’attenzione sui maltrattamenti ed i femminicidi che si compiono spesso nelle mura domestiche, aggravati per la convivenza forzata da restrizioni. Tali violenze nel periodo del lockdown sono infatti aumentate dell’11%, 91 in complesso, 1 ogni 3 giorni, anche se esiste nella nostra legislazione un recente “codice rosso” a presidio delle donne, spesso attivato dopo che i fatti sono accaduti.  Questo richiamo alla violenza contro le donne ha trovato forme espressive nelle rosse calzature femminili e nelle panchine dipinte di rosso a memoria di qualche particolare femminicidio, come ricordiamo esistere anche a Scampia da parte di un gruppo di donne organizzate. Queste rosse calzature vengono esposte in luoghi pubblici, piazze e gradini di edifici anche pubblici. L’importante è una crescita di sensibilità verso l’intangibilità della vita delle donne, fidanzate, mogli, conv

Ultimi post

Arroganza da vicerè

Campania, scontro di numeri o di potere?

In memoria di mio fratello

Populismo dei politici. Lo studio continua

Pizzuti su Credere Oggi

Il corteo funebre scalda Napoli

Chi sono "i marchiati". Storie di emarginazioni invisibili

Cercasi voci dalla sanità in Campania

Quale cittadinanza, quale democrazia. Una ricerca di Giovanni Moro

"Cacicco" De Luca

Fratelli e Sorelle Tutti

Chi giudica il Capoccia?

Tengo famiglia anche in Vaticano

Trek in Scampia. 3a edizione

Caivano, fratello contro sorella: le dinamiche culturali

Referendum e anti-politica

Migranti, che facciamo in Sicilia?

Campania, Napoli, periferie ed elezioni

Grida Salvini

De Luca non è Luca

Gente di poca fede. Recensione della nuova indagine

Brutto gioco Musumeci

Le parole di Viviana

Migranti e Miserabili